giovedì 17 novembre 2011

Gnocchi di zucca con crema di ricotta, castagne e salvia


Ingredienti per Gnocchi di zucca con crema di ricotta e castagne:
.:: Ok con questa ricetta chiudo il ciclo "pasta" almeno per questa settimana :) Vi ho imbottito abbastanza! ;)
Scusate le continue assenze ma questa settimana ho turni un pò spezzati, oggi però è il mio giorno libero! ;)

Per prima cosa tagliare la zucca a strisce di altezza di circa mezzo centimetro, cuocere in forno, a 180° , con un pò di sale e a metà cottura coprire con carta di alluminio per evitare di bruciacchiarla in superficie, tutto ciò per circa 20 minuti, comunque controllate con una forchetta che la zucca si schiacci! (io ho pesato la zucca dopo cotta per questo ho messo i 300 gr ).


In origine avevo deciso di fare i classici gnocchi, con un uovo nell'impasto, ma siccome la zucca è alquanto umida e richiede sempre più farina, non volevo esagerare e creare un piatto troppo pesante! 

.:: Tritare finemente qualche foglia di salvia, impastare insieme alla zucca schiacciata e alla farina per gnocchi Molini Rosignoli ( se dovesse occorrerne di più aggiungere finché l'impasto non vi sembrerà abbastanza compatto, non esagerate tanto una volta formate le chicche andranno passate nella farina comunque per evitare che si attacchino alla superficie di appoggio!).

Unire un filo d'olio e il grana grattugiato, sale e pepe. (Io ho assaggiato l'impasto anche per regolarmi, tanto è senza uovo!) ;)

A questo punto formare le chicche e lasciare su un piano infarinate, finché non sarà pronta l'acqua di cottura e il resto del condimento!


.:: E passiamo alla crema alla ricotta, scaldare un dito di latte, anche meno, una volta caldo togliere dal fuoco e unirvi la ricotta, salare pepare e per dare un tocco in più alla ricetta, un tocco che la arricchirà sicuramente, unire un filo d'olio aromatizzato al peperoncino, io Marfuga, una garanzia! 

Vi svelo il segreto delle castagne, un giorno di lavoro, avevo un zaffata di caldarroste costante sotto il naso.... appena ho staccato ne ho comprato subito un sacchettino ;) E quelle utilizzate in questa ricetta sono proprio quelle avanzate! hihi
Fra l'altro erano caldarroste bianche... bianche? he si, perché nella carbonella mettevano il sale che mentre le cuoceva gli donava quel colore biancastro!!

Tornando alla ricetta... non resta che tuffare i nostri gnocchi o chicche che dir si voglia ( dipende da che forma vorrete dargli), in abbondante e bollente, acqua salata!
Una volta pronte io li ho conditi con un pò di burro sciolto in un pentolino con una foglia di salvia ad aromatizzarlo, impiattandoli poi con la crema di ricotta e le castagne sbriciolate, una foglia di salvia... e una spolverata di pepe!

Piatto piano della Fabbrica della ceramica di Susanna De Simone


Ve gusta?? :) A me si molto! Il sapore è rimasto intenso, la salvia nell'impasto dello gnocco uno spettacolo, la cremina alla ricotta dà carattere, le castagne il tocco autunnale, e tutto il resto? Una vera leggerezza, vi assicuro, per niente pesanti, tant'è che ho pensato fosse merito del non aver messo l'uovo, insomma ce ne stava un altro piatto! ;)


Piatto piano della Fabbrica della ceramica di Susanna De Simone
Con questa ricetta partecipo al contest di Sonia, Oggi pane e salame domani.. "Di che pasta sei?":



Sperando che vada bene la ricetta in entrambi i casi ;) 

Prima di chiudere volevo dare un ultimo saluto al fratellino del mio Artù... è volato via a solo 1 anno e 4 mesi.... una tragedia, mi ha sconvolto come se fosse successo al mio piccolo... per il modo, per quanto ha sofferto, e perché non è GIUSTO! :( Ci penso tutti i giorni... è proprio vero che a volte ci affezioniamo più ai cani che alle persone... come è vero che molti valgono più di una persona! 
Addio Hogan, ti voglio bene!



Bacioni e alla prossima... 


Vevi :)

16 commenti:

  1. Ciao dolcissima Verdiana,continua pure con la pasta se vuoi,non è mai troppa.
    Gli gnocchi mi piacciono e non riesco ad immaginarne il sapore conditi con le castagne.Bisognerebbe provare....intanto copio.
    Un abbraccio a te.

    RispondiElimina
  2. Sarei proprio curiosa di assaggiarli, sono particolari oltre che molto belli! Mi spiace per il fratellino di Artu', la settimana scorsa è morto il nostro cocker, aveva 13 anni, ma è comunque difficile. Un abbraccio, Babi

    RispondiElimina
  3. buonissima questa pasta tesoro!!E ottima l'aggiunta di castagne! :) un bacio grande!!

    RispondiElimina
  4. Oh tesoro, mi dispiace tanto per il tuo cagnolino, è bruttissimo quando se ne va un componente della famiglia (perché è questo che sono i nostri amici a 4 zampe!).
    Complimenti per gli gnocchetti, una delizia!

    RispondiElimina
  5. Adoro gli gnocchi di zucca e il condimenti che hai preparato è molto gustoso.
    Mi associo al tuo pensiero sugli animali, molte volte ci danno più di quello che diamo noi e ci stanno sempre accanto senza abbandonarci mai nemmeno quando per nervosismi vari siamo un pò più scostanti. un abbraccio e grazie per la ricetta

    RispondiElimina
  6. Ma che ottima ricetta!!!!! che bella idea impastare la zucca con la farina per gnocchi omettendo l'uovo!!!dovrò provare! Ottimo il condimento anche! Un saluto ad Hogan anche da parte mia.. capsico cosa vuol dire affezionarsi ad un animale.. ho avuto 2 cani... entrambi volati via rprematuramente.. ed ho sofferto come se avessi perso una persona cara! perchè è ciò che sono.. "cari" esserini... ciaooo smack

    RispondiElimina
  7. Favolosi questi gnocchi e in più li hai fatti senza usare le uova, così sono anche più leggeri!

    RispondiElimina
  8. Che gnocchiiiiiiiiiiiiiiiii!!!!!! che condimentoooooooooooo, ma si può avere fame a quest'ora? oh che cucciolo il cagnolotto... assomiglia molto al mio Dik.... mi spiace tu l'abbia perso...

    RispondiElimina
  9. eh la...mi hai convinta...fare gli gnocchi in casa poi è terapeutico dal mio punto di vista..copio...bacio

    RispondiElimina
  10. Grazie carissime! :) Ci tengo a precisare che il cagnolino, Hogan è il fratello del mio , Artù, ha lasciato una famiglia speciale, certo anche me, ma è a loro che va il mio pensiero! Un bacione e grazie mille!

    Vevi

    RispondiElimina
  11. Ciao, mi farebbe molto piacere se volessi partecipare al mio contest RomantiKitchen.
    In questo contest dovrete proporre ricette raffinate, ma al tempo stesso con quell'aria di casa che ci piace tanto... naturalmente non dovrà mancare la creatività e un tocco di romaticismo. I premi sono tutti home-made e molto "romantici".
    Se ti ho incuriosito ti aspetto sul mio blog! :)

    RispondiElimina
  12. Ciao Vevi, come ti va? non sei partita? la tua ricetta mi piace molto, voglio farli questo fine settimana. Condivido il pensiero sugli animali, mio figlio ha adottato un cane e non immaginavo che ci saremo affezionati tutti così tanto a lui, considerando che è terribile tanto è esuberante ma ci ha rubato il cuore, mi dispiace per il tuo cucciolo, un abbraccio, Alex

    RispondiElimina
  13. Mai mangiati questi gnocchi, molto gustosi, segno la ricetta, mi spiace molto per il tuo Hogan, anche io ho un cane a casa, e adoro sempre di più gli animali che le persone...un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  14. Ma ma... cosa vedono i miei occhi?! La tovaglietta che hai utilizzato mi sembra familiare, chissà come mai?! :-D Buonissimi questi gnocchi e molto carino il modo in cui racconti le ricette, da oggi sono dei tuoi!! ;-) Un bacione!
    Elisa

    RispondiElimina
  15. @Alex: Partita? :) magari... ho iniziato a lavorare!!! si rimanda sempre... Grazie di tutto cara baci!
    @Elisa: he he ;) Benvenuta!

    Vevi :)

    p.s grazie a tutti!!

    RispondiElimina
  16. Che male che mi fa questo post Vevi...
    Grazie.

    RispondiElimina

Accetto critiche ma molto di più consigli e apprezzamenti :)
Lasciate un pò di voi e non dimenticatevi di... sorridere! :)